Don Sgrauso risponde: “Caro don Sgrauso, che ne pensi dello scontro tra i due papi?”

Caro don Sgrauso, che ne pensa dell’opposizione che si sta venendo a creare tra i “due papi” a proposito del celibato dei preti? Non crede che si possa creare confusione tra i fedeli semplici? Personalmente mi sento un po’ smarrito… Mi hanno suggerito di rivolgermi a lei che ha fama di essere una persona saggia. La ringrazio in anticipo per la risposta.

Fabiano, Cagliari

Gentile lettore, se fossi una persona saggia non avrei accettato di condurre una rubrica di lettere su questo pseudo-giornale online dal nome piuttosto ridicolo. Ma ormai ci sono e provo a rispondere alla sua inutile domanda.

Che i due papi siano persone diversissime è un fatto che è sotto gli occhi di tutti. Che poi tra loro si stiano simpatici o meno è questione che mi appassiona quanto le polemiche sul festival di Sanremo, cioè per niente. In compenso è una settimana che mi imbatto in interventi, articoli e post che agitano il fantasma di un crescente contrasto tra Bergoglio e Ratzinger sulla possibilità di permettere ai preti di sposarsi. Sto aspettando che qualcuno dimostri dove sarebbe lo scontro, visto che Francesco ha più volte e molto chiaramente affermato di non voler mettere in discussione il celibato dei preti, considerandolo invece un grande dono per la Chiesa, proprio come avevano fatto i papi prima di lui. Semmai ha parlato della possibilità di riflettere sull’ordinazione dei viri probati (uomini già sposati, fedeli e integerrimi) in alcune regioni del mondo dove vivono comunità isolate che non hanno preti e dove quindi non è possibile celebrare la messa se non alcune volte all’anno. Non in diocesi di Cagliari quindi, e neanche nel resto d’Italia. Se poi alcuni giornalisti e tanti “fedeli semplici”, come li chiama lei, vogliono continuare a sguazzare nell’ignoranza e nei luoghi comuni, alimentati da noiosissimi film come I due papi (personalmente ho trovato più stimolanti le ultime stagioni di don Matteo, il che è tutto dire) facciano pure. Però, caro lettore, gliela faccio io una domanda: ma veramente con le parrocchie che si stanno svuotando e una Chiesa che arranca e fa difficoltà ad annunciare il Vangelo all’uomo di oggi, il nostro problema è quello della possibilità dei preti sposati in Amazzonia?

Ora la devo salutare, la mia emicrania cronica peggiora quando mi occupo di questioni insensate.

La saluto cordialmente.

Don Sgrauso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *