“Il caldo cocente e il ristoro dell’acqua fresca”: commento al Vangelo di domenica 28 giugno

La guerra giudaica tra l’Impero Romano e i ribelli ebrei era terminata con la distruzione del tempio di Gerusalemme. Il giudaismo, duramente colpito, si aggrappa alle sue radici, o meglio ancora alle radicalizzazioni culturali, morali e religiose. Il Vangelo di Matteo è rivolto proprio a questi giudeo-cristiani, esclusi, cacciati e …

“Sotto il segno dell’Infinito”: commento al Vangelo della Domenica della SS. Trinità

Tra le memorie della comunità giovannea emerge la figura di un certo Nicodemo, un fariseo, osservante della legge. Fu avvicinato dai segni che il Nazareno aveva compiuto a Gerusalemme. I segni, in riferimento al termine greco scelto dai redattori, erano chiaramente ritenuti quali “manifestazioni del divino” (τὰ σημεῖα). Si tratta …

“Uscite dalla paura!”: commento al Vangelo della domenica di Pentecoste

Le strade di Gerusalemme erano molto affollate durante lo Shavu’ot. Si tratta della Festa delle Settimane, ossia la celebrazione ebraica in cui si ricorda la rivelazione della Torah a Mosè e agli Israeliti sul Monte Sinai, quarantanove giorni (sette settimane) dopo l’Esodo dall’Egitto, ed insieme si commemora la raccolta del …

“Un Oltre che ci raggiunge nella nostra paura”: commento al Vangelo della V domenica di Pasqua

Il discorso di Gesù di Nazareth che leggiamo questa domenica, viene collocato dalla comunità giovannea, nel contesto dell’ultima cena. Parole di addio, parole fondamentali, pietre miliari della predicazione del Vangelo. «Non sia turbato (tarassestho) il vostro cuore» (Gv 14,1a). Nel versetto precedente l’apostolo Pietro aveva promesso di seguire il suo …

“Non era possibile che la morte lo tenesse in suo potere”: commento al Vangelo della III domenica di Pasqua

Dov’era l’Onnipotenza di Dio? Dov’era la Sua liberazione? Che fine aveva fatto la Sua promessa di salvezza? Il contesto sociale e politico palestinese era quello di una provincia romana, soggiogata da una dominazione soffocante, che privava il popolo di una libertà accolta dai patriarchi come realizzazione della promessa di Dio. …

“La vita nuova, qui e ora”: commento al Vangelo di domenica 19 aprile

Questa domenica leggeremo il racconto di un incontro tra la vita di Gesù di Nazareth e la vita dei suoi discepoli, in particolare ci soffermeremo sull’incontro con la vita di Tommaso. Non ci riferiamo ad eventi ascetico-antropomorfi, o esclusivamente spirituali. La nozione di anima non appartiene al mondo giudaico-cristiano, quanto …