Il mio binge watching? I TED talks

Uno dei luoghi comuni a proposito di noi universitari è l’attaccamento alle serie tv. Siamo un po’ tutti andati incontro al binge watching (ossia non riuscire a smettere di guardare episodi), almeno qualche volta. Inaspettatamente, mi sono ritrovata a vivere questa “ossessione” guardando i TED talks. Affamata di scienza, cultura, idee, informazioni.

TED (Technology Entertainment Design) è un marchio di conferenze statunitensi che organizza una volta all’anno un evento a cui partecipano relatori che abbracciano le discipline più disparate, in uno spazio dedicato a studiosi, ricercatori e persone famose intervallato da interventi di persone comuni che, dopo aver fatto domanda ed essere state selezionate, raccontano esperienze e situazioni a loro vicine. Il TED ti affascina, ti offre una quantità enorme di informazioni su tecnologia, business, scienza, cultura, arte, musica, innovazione e tanti altri argomenti. I relatori raccontano la società e il futuro, la speranza e il successo, e lo fanno con discorsi carichi di entusiasmo e passione. Tutto questo inseguendo l’ideale per cui la conoscenza apre la mente e il cuore al mondo intorno a noi. “Ideas worth spreading”, è appunto lo slogan del TED.

Da qui, il collegamento con la Pastorale Universitaria è stato immediato. Fare Pastorale Universitaria significa incuriosirsi, crescere, imparare, conoscere il mondo sotto vari punti di vista. Ampliare gli orizzonti e provare interesse verso ogni cosa. Gli universitari sono quella fetta di società che può ambire a raggiungere qualsiasi cosa, deve solo essere guidata e stimolata. Come ha affermato Papa Francesco, «il futuro è soprattutto nelle mani delle persone che riconoscono l’altro come un “tu” e sé stessi come parte di un “noi».

Laura Guida

TED 2017 “The future, you”

Link della conferenza:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *